martedì 23 dicembre 2014

Un piccolo folletto rosso.

Per poco non lo pestavo, se mio figlio non me lo avesse fatto notare: " Guarda mamma che cos'è?" chinandosi a raccogliere, quello che a prima vista sembrava, un piccolo pezzo di stoffa rossa sullo stuoino di casa.
Ho impiegato qualche secondo per realizzare che quello che stavo rigirando tra le mani era un piccolo folletto.
Un lungo cappello di feltro rosso con un filo per appenderlo all'albero, un maglioncino di lana rossa, un pomellino di legno per il naso e due per le mani, insomma di quelli che si trovano nelle bancarelle natalizie dei fai da te.
Un biglietto lo accompagnava: "Auguri da A. e M."i miei vicini di casa.
Non sono stata l'unica a ricevere questo piccolo dono, scendendo le scale tanti piccoli folletti erano appesi ai pomelli delle porte o adagiati in un angolino sulle stuoie.
Io non conosco i miei vicini, capita di scambiarci qualche saluto al volo quando per caso ci incrociamo, nulla di più, eppure loro hanno pensato a noi, e non solo, e nottetempo hanno distribuito i loro piccoli doni.
Un gesto semplice che dimostra che in fondo Babbo Natale esiste, anzi ne esistono tanti,. ben nascosti tra di noi, ma se sappiamo vederli  allora  riscopriremo il vero significato del Natale.
Momoblu

Nessun commento:

Posta un commento