martedì 23 dicembre 2014

Una torta... a metà!

Ieri è stato il mio ultimo giorno di lavoro, prima della pausa natalizia, e pensavo, nonostante avessi trascorso quasi 8 ore in ufficio, di essere abbastanza in forma per preparare la torta che avremo  mangiato tutti insieme la sera della Vigilia.
Se riescono i concorrenti di Masterchef in 10 minuti e sotto pressione, non vedo perchè non dovrei riuscirci io nella mia cucina.
Quanto mi sbagliavo!
La differenza tra me e loro è abissale,loro non hanno i bambini che ti chiamano non ogni 5 minuti bensì ogni 5 secondi per chiederti le cose più impensabili, un cellulare che suona sempre nei momenti meno opportuni, le lenzuola da piegare, cose sparse da riordinare continuamente, un'amica che proprio in quel momento ha bisogno di te, e la lista potrebbe continuare all'infinito.
 Nonostante tutto ero decisa a prepararla, 
Sono notoriamente disordinata e disorganizzata, quindi mi sono imposta di andare con ordine.
Come prima cosa consultare il quadernino delle ricette, sul quale ho iniziato ad annotare quelle che mi riescono meglio, peccato che abbia un sacco di correzioni ed appunti ed io mi sia dimenticata di ricopiarla in bella copia. Non mi demoralizzo, il procedimento e le dosi dovrei saperle a memoria, in fondo l'ho già preparata un sacco di volte.
Secondo passaggio preparare gli ingredienti, e fin lì nessun problema, se non che tutte le volte mi viene il dubbio se miscelarli poco per volta o tutti insieme, dubbio presto risolto, è tardi ed ho una planetaria, quindi butto tutto dentro.
Se fossi veramente brava, tra un passaggio e l'altro, dovrei tener libero e pulito almeno il piano di lavoro, ed invece mi ritrovo circondata dalle macchinine, che secondo il mio piccolino sono uno degli ingredienti principali della torta, dal telecomando della tv, da un giornalino ed ovviamente dal cellulare.

 Devo ammettere che dopo 20 minuti l'impasto è veramente bellissimo e buonissimo, non resta che infornare il tutto ed aspettare.
La brava cuoca inizierebbe a pulire, riordinare, io mi concedo 5 minuti sul divano, che poi non sono 5 perchè mi viene in mente che ho finito il detersivo da piatti, l'acqua e qualche altra cosa così mi metto a fare la lista della spesa per l'indomani.
Ah la torta!
Il timer è suonato da un po', non si sente odore di bruciato, dovrebbe essete tutto a posto,..peccato che si sia per qualche strano motivo divisa a metà!
"E' colpa del forno!" mi rassicura mio marito...
Ora capisco perchè mia nonna, con tre figli, iniziava a cucinare per Natale almeno una settimana prima!
Momoblu

Nessun commento:

Posta un commento