lunedì 26 gennaio 2015

27 gennaio 2015 giorno della memoria

Non  ho visto, respirato, toccato l'orrore.
Non ho visto distruggere la mia quotidianità in modo arbitrario.
Non sono stata limitata in ogni mia azione fino al quasi totale immobilismo.
Non sono stata costretta a nascondermi con la paura costante di esser scoperta.
Non ho vissuto come un topo nella speranza di poter guadagnare anche solo qualche giorno, qualche ora, qualche minuto in più di vita.
Non so cosa si prova ad essere privati di ogni dignità, ad essere ridotta peggio degli animali per la follia di pochi.
Non so cosa sia  il freddo che ti entra fino al cuore, la fame, la sete, la sofferenza, l'umiliazione.
Non ho mai dovuto scoprire dentro di me forza di resistere, anche solo con un disegno o con una nota musicale, per non soccombere.
Non posso negare che ciò sia accaduto.
Non devo permettere che succeda di nuovo.
Non devo dimenticare.

27 gennaio 2015 giorno della memoria




5 commenti:

  1. La memoria non è solo un'estensione digitale. Senza la memoria non avremmo regole, né linguaggio, non avremmo percezione della nostra identità personale. Senza memoria saremmo dei vegetali. La memoria è la prova più radicale e incontrovertibile del nostro essere umani.

    RispondiElimina
  2. La memoria però è anche fragile, manipolabile quindi è importante proteggerla.

    RispondiElimina
  3. mai dimenticare , mai .... e soprattutto raccontare ai nostri figli che questo è successo .Non è un film , non è un libro . Ma è storia vera. .. e non solo li...
    Mi piacerebbe anche , che ogni tanto, ci fosse anche il giorno della memoria per i morti dovuti al comunismo della vecchia URSS , oppure dei Kmers rossi ... oppure un giorno della memoria per gli armeni , popolo come gli ebrei , massacrato in nome di una religione o di un potere politico, o ancora venisse ricordato che gli hutu e tutsi fanno parte della nostra storia moderna.
    Mi piacerebbe che la memoria non si limitasse a Dachau .... Oggi , perché Je suis Charlie , più che mai , penso che la memoria sia indispensabile.

    RispondiElimina
  4. Dovrebbe essere un giorno della memoria universale per le vittime di ogni guerra senza alcuna distinzione, perchè purtroppo gli orrori continuano.

    RispondiElimina
  5. ... ma invece si parla / si ricorda esclusivamente solo degli orrori della seconda guerra mondiale.. e orrori per orrori , allora , c'è anche memoria selettiva... noi francesi , ci scordiamo volontariamente della delazione quotidiana , piuttosto della collaborazione ... chissa come mai ...
    Ecco ti appoggio , ci vorrebbe un giorno della memoria universale .

    RispondiElimina