venerdì 16 gennaio 2015

Vanessa e Greta: ennesimo spreco pubblico?

Le polemiche, come previsto, sono arrivate e si focalizzano quasi tutte su un unico punto: il presunto pagamento di un riscatto a più di sei cifre.
L'opinione pubblica è divisa fra chi sostiene si tratti di un finanziamento ai terroristi e chi afferma sia l'ennesimo spreco pubblico, in un grave momento di crisi economica dell'Italia.
Nessuno però ha gridato allo scandalo per le cure prestate al medico di Emergency, anche lui volontario come le due ragazze, ammalatosi di ebola in Sierra Leone, curato in un ospedale pubblico, l'istituto Spallanzani INMI, con cure sperimentali, a spese di un sistema sanitario nazionale vessato da continui tagli, da molteplici spese e da innumerevoli scandali.
Eppure in entrambi i casi sono stati tutelati due diritti fondamentali, sanciti a livello costituzionale, il diritto alla libertà personale, la cui massima violazione viene realizzata appunto attraverso il rapimento, disciplinato dall'art. 13
Art. 13.
La libertà personale è inviolabile.
Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dell'Autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge.
In casi eccezionali di necessità ed urgenza, indicati tassativamente dalla legge, l'autorità di Pubblica sicurezza può adottare provvedimenti provvisori, che devono essere comunicati entro quarantotto ore all'Autorità giudiziaria e, se questa non li convalida nelle successive quarantotto ore, si intendono revocati e restano privi di ogni effetto.
È punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà.
La legge stabilisce i limiti massimi della carcerazione preventiva.
ed il diritto alla salute disciplinato dall'art 32
Art. 32.
La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.
Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.
Ma fino a ieri non eravamo tutti #JeSuisCharlie?




Nessun commento:

Posta un commento