giovedì 5 febbraio 2015

Big Snow, Tempesta Perfetta o Gelo Apocalittico?

Con tutto il rispetto per quei meteorologi che combattono da sempre contro le #meteobufale, mi pare che tra fine gennaio ed inizio febbraio la neve, almeno dalle mie parti, sia sempre scesa, più o meno abbondantemente.
Quello che lascia perplessi, soprattutto alla vigilia dell'Expo 2015, che porrà l'Italia sotto i riflettori mondiali, non è la nevicata in se, quanto il fatto che bastano, in alcuni casi, pochi cm per trasformare le strade più interne, quelle nelle quali non passano nè gli spargisale nè gli spazzaneve, in sentieri di fanghiglia o, quando si abbassa, inevitabilmente, la temperatura, in pericolose lastre di ghiaccio, impercorribili.
Nell'ipotesi in cui i centimetri siano più di 10, la situazione diventa in un attimo drammatica: la circolazione dei mezzi pesanti viene sospesa, strade, tangenziali, autostrade si trasformano in piste da scii, gli automobilisti rischiano di rimanere intrappolati per ore nelle loro auto che pian piano assumono la forma di igloo mobili.
Chissà cosa succede in quei Paesi nei quali la neve è una costante! Immagino vadano in letargo fino a primavera!
Il presidente Mattarella, nel suo discorso di insediamento, qualche giorno fa, ha spronato alla digitalizzazione, ma forse è il caso di pensare prima a risolvere i problemi reali, tangibili, poi al virtuale o no!
Quando arriverà  il giorno in cui sui nostri quotidiani leggeremo: " Nevica, nessun disagio alla circolazione"?





Nessun commento:

Posta un commento