venerdì 20 febbraio 2015

E come premio li accompagniamo allo stadio

a vedere la partita, sui pullman, ed al termine li portiamo belli belli, come se nulla fosse successo, a Fiumicino.
No io non ci sto!
Niente partita, dovevano essere identificati TUTTI, dal primo all'ultimo, non solo in 28, dovevano ripulire ciò che avevano sporcato, riparare ciò che avevano devastato, solo dopo avrebbero potuto ritornare a casa.
Ma ormai l'inerzia e l'incapacità di questo Governo non mi stupisce più.
Ed è questo che mi fa veramente paura.
Il Sindaco per primo stamattina avrebbe dovuto dimettersi per rispetto dei suoi cittadini, della Capitale, avrebbe dovuto chiedere scusa della sua superficialità invece che praticare lo scarica barile, idem Renzi.
Troppo comodo parlare dopo, dovevano agire prima, dovevano attuare tutto quello che era in loro potere per fermare l'invasione di questi barbari, invece, per l'ennesima volta hanno esposto i privati cittadini ad una violenza assurda, ingiustificata, inqualificabile.
E saranno i cittadini, i commercianti, non certo loro a dover trovare un modo per pagare i danni.
BASTA PAROLE, BASTA PROCLAMI, OCCORRONO FATTI CONCRETI.



Nessun commento:

Posta un commento