sabato 21 febbraio 2015

La rabbia degli italiani

E' palpabile, si avete ormai quotidianamente, basta un nulla per scatenarla.
Fino ad ora sono solo parole digitate dietro un computer o uno smartphone che compongono i commenti dei fatti di cronaca, dalla distruzione della Barcaccia del Bernini, da parte degli ultrà olandesi, ai funerali della piccola Nicole, sulla cui morte spero sia fatta luce al più presto.
Ma fino a quando sarà così?
Mi chiedo se i nostri governati, dai sindaci ai parlamentari, hanno il reale polso della situazione sociale in Italia e se non ce l'hanno dovrebbero al più presto porvi rimedio uscendo dalle loro campane di vetro insonorizzate.
Non bastano dei semplici restayling, come è successo alla ex Lady Like, per accaparrarsi i voti, non basta cambiare abito, non è sufficiente infarcire i discorsi di ciò che le persone vogliono sentirsi dire, occorre recuperare il senso civico e sociale per fare politica
Se la base inizia ad avere delle crepe la piramide scricchiola ed è destinata, se non vengono riparate, a crollare in modo irreparabile.



Nessun commento:

Posta un commento