venerdì 22 maggio 2015

Il cielo sopra Dublino sarà solcato da un arcobaleno?

A Dublino in queste ore si respira un'aria strana, forse complice il fatto dell'imminente referendum popolare che decreterà l'assenso o il diniego al matrimonio omosessuale.
Festeggiano le associazioni LGBT, comprese quelle italiane che da tempo, a gran voce, chiedono il riconoscimento delle unioni omosessuali, gli irlandesi vengono elogiati, sul web, sono un esempio da seguire per noi italiani, loro si che danno un valore all'esercizio del diritto di voto tanto da prendere ogni mezzo di trasporto, persino l'aereo, si sprecano le foto dei passeggeri diligentemente in fila agli ingressi degli imbarchi, per tornare in patria ad esercitarlo.
Peccato che a noi italiani questo diritto è negato almeno fino al 2018, parole del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, al massimo possiamo provare a scegliere il meno peggio, tra tutti i candidati non propriamente eleggibili, alle consultazioni regionali.
Forse prima di pensare al riconoscimento dei diritti degli omossesuali, dovremmo riflettere su cosa ne è rimasto di tutti gli altri costituzionalmente riconosciuti.


Nessun commento:

Posta un commento