venerdì 15 maggio 2015

Il fattore D

Ci sono giornate in cui il cielo si frantuma e la terra frana sotto i nostri piedi, nonostante i nostri sforzi per controllare gli eventi, non riusciamo a fermali, svanisce così ogni nostra illusione.
Dimentichiamo spesso che, pur essendo dotati di libero arbitrio, quindi perfettamente consapevoli e responsabili delle nostre scelte, non abbiamo alcun potere sugli avvenimenti che lastricano la strada della nostra vita che non sappiamo nè se sarà lunga nè se sarà breve nè se sarà felice nè se sarà tortuosa.
Scordiamo, quello che io chiamo, fattore D, come destino, per i fatalisti, i non credenti, Dio per tutti gli altri.
Ogni tanto, più o meno frequentemente, più o meno all'improvviso, bussa alla nostra porta per ricordarci che per quanti sforzi noi facciamo il nostro libro è già scritto, non esistono pagine bianche, l'unica cosa che possiamo fare è continuare a sfogliarlo, procedendo per tentativi, per errori, attraversando successi ed insuccessi, cercando di fare quanto di meglio è nelle nostre possibilità.

Nessun commento:

Posta un commento