giovedì 21 maggio 2015

La comicità della morte di un ragazzo

Non ho visto la puntata di "Chi l'ha visto" trasmessa ieri sera, non ho assistito all'ennesima spettacolarizzazione di una tragedia, seppur fatta con lo scopo di squarciare il velo di omertoso silenzio, entro il quale, da quel giorno, compagni di classe ed insegnanti si sono volontariamente celati e che avvolge la morte di Domenico Maurantonio.
Ho però letto l'articolo che riportava lo screen shot del testo di una, presunta, conversazione sulla chat di WhatsApp nella quale veniva raccontata, come se fossero fotogrammi di un film tragicomico, la sequenza degli avvenimenti di quella notte, da un presunto testimone, diretto o indiretto impossibile saperlo, ad un non ben identificato ascoltatore che commenta il tutto con una risata.
La morte di un ragazzo di 19 anni al pari del film "Le Comiche", indipendentemente dalla veridicità o meno della testimonianza.

Nessun commento:

Posta un commento