giovedì 7 maggio 2015

Non si smette mai di essere figli

nemmeno a 36 anni, nonostante si abbia una famiglia e dei figli propri.
Piccoli gesti che ti ricordano che, anche è passata una vita da quando ti teneva in braccio e anni dall'ultima volta che ti ha tenuto stretto il sellino della graziellina verde per insegnarti a pedalare senza le rotelline, per lui sei sempre la SUA bambina.
Tra i suoi mille pensieri, le corse quotidiane contro il tempo per arrivare in tempo a scuola a prendere i nipoti, ha pensato a te, a tua sorella (ed anche alla mamma).
E così una mattina, aprendo la porta dell'ufficio, nel quale trascorri la maggior parte della tua giornata a lavorare ed  a fare altro, vieni accolta da un profumo, segui la scia e trovi una rosa rossa, sistemata nel portapenne, perfettamente a suo agio come se fosse il vaso ideale, e ti accorgi che, anche se sei mamma, rimarrai per sempre figlia.


Nessun commento:

Posta un commento