venerdì 8 maggio 2015

Su Sky va in scena un' insolita proposta.

Ieri sera su Sky, al termine di un'esibizione nel programma Italian's Got Talent, un concorrente, all'insaputa della conduttrice e degli autori, ha fatto un'insolita proposta, ha chiesto al suo compagno di sposarlo, suggellando la risposta, ovviamente positiva, con un bacio, il tutto tra gli applausi e le congratulazioni di giuria a pubblico presente.
Il video, prevedibilmente, è diventato virale in pochissime ore, scatenando un acceso dibattito sulle unioni omosessuali.
Ora, sorvolando sulla mia personale idea di matrimonio, quello che noto è questa voglia di apparire, di esibizionismo, che sembra caratterizzare una parte del mondo LGBT.
Io che sono eterosessuale, non vado a sbandierare ogni 3x2 la mia sessualità e tutto ciò che gravita intorno ad essa e come me penso ci siano molti altri che la pensano così.
Proprio non afferro il motivo per il quale questo tipo di relazioni debbano essere sempre messe sotto la luce di un riflettore di uno studio televisivo o davanti ad una macchina da presa in questo modo così plateale e, volutamente, coreografico.
Siamo passati dalla famiglia del mulino bianco, distrutta sistematicamente nel corso degli anni e sostituita da tutte le possibili combinazioni di uomo donna e bambino/bambina, conseguenza diretta del divorzio, alla famiglia LGBT come l'unica politicamente corretta ed accettabile, asfaltando e rinnegando completamente i principi naturali e religiosi, alla base della nostra civiltà e della nostra cultura, su cui si basa la famiglia stessa.
La lotta per il riconoscimento dei diritti dei LGBT, sta passando per la demonizzazione della famiglia tradizionale, si dimentica che essa è il cuore pulsante della società o gli stessi attivisti arriveranno a rinnegare la loro stessa famiglia d'origine nel caso in cui sia composta da mamma e papà?



Nessun commento:

Posta un commento