venerdì 22 maggio 2015

Una subdola e sottile censura

Pare si stia diffondendo tra i mass media e sui social network.
Non è facile nè individuarla nè accorgersi che qualcuno, direttamente o indirettamente, la sta attuando.
Gli addetti ai lavori sanno di cosa sto parlando e rimango stupita nel leggere post o stati su Facebook di denuncia di questo atteggiamento, nel quale spicca un non tanto vago tratto dittattoriale, che, tuttavia, vengono commentati, ma poco condivisi, forse per timore di una qualche ritorsione.
Volutamente e consapevolmente ci vengono fornite notizie adeguatamente filtrate, politicamente corrette, non allarmanti, solo parzialmente corrette e complete, non ci viene consentito di formarci un'opinione a 360°, un pensiero critico, ma veniamo indirizzati solo ed esclusivamente su una determinata strada, senza possibilità di deviazione, pena l'oscuramento mediatico.
Questo è veramente un periodo buio per la libertà e la democrazia.

Nessun commento:

Posta un commento