venerdì 24 luglio 2015

Amore malato

Le parole colpiscono dritte come un pugno allo stomaco : "Ha ucciso per me, lo amo e lo aspetterò", queste le parole di una giovane donna, pronunciate davanti alla morte violenta, inspiegabile, inaccettabile di un giovane uomo per mano di un altro giovane uomo che lei dice di amare.
Un amore malato, un amore criminale, non può essere definito in altro modo.
L'amore non è morte, non è immobilizzare con del nastro adesivo ad una croce, non è chiudere, vigliaccamente, gli occhi e brandire il coltello verso un uomo che non è in nessun modo in grado di difendersi.
L'amore non è rimanere assolutamente impassibili nell'ascoltare la confessione di un omicidio efferato, per futilissimi motivi.
L'amore non è aspettare orgogliosamente uno spietato omicida, come se fosse un eroe, senza nemmeno provare una briciola di umana pietà verso i sopravvissuti alla morte.
L'amore è esattamente tutto il contrario e spero che qualcuno riesca a spiegarlo a questa giovane donna.


Nessun commento:

Posta un commento