lunedì 13 luglio 2015

Insieme a #BigJimmy oggi con #AccordoGrecia muore la democrazia

Le immagini più popolari che viaggiano in rete nelle ultime ore sono quelle che ritraggono #BigJimmy, personaggio famoso, seppur marginale, del mondo dello spettacolo, che noi tutti ricordiamo davanti alla porta rossa del #GrandeFratello, stroncato a soli 48 anni da un aneurisma.
Cordoglio alla famiglia, ma non solo a loro, anche al popolo greco che poco meno di una settimana fa, in una bellissima serata estiva di luglio, gridava a gran voce NO alle politiche economiche dell' austerity imposta dall'Unione Europea, pardon dalla Germania, rivendicando la propria sovranità nazionale sulle note del sirtaky.
Molto è stato scritto in questi 7 giorni, soprattutto sul ministro dell'economia uscente Varoufakis, le cui parole sono state spesso manipolate, così come tutte le notizie sulle isole greche, note mete turistiche, al solo scopo ricattatorio di piegare il popolo ribelle che aveva osato alzare la testa di fronte all'avanzare impietoso del Quarto Reich.
Pare che lo scopo sia stata raggiunto e che il Primo Ministro greco #Tsipras abbia accettato un pacchetto di norme e riforme per evitare il default e per allontanare lo spettro del #Grexit.
La Grecia è stata ridotta in schiavitù, chi sarà il prossimo?


Nessun commento:

Posta un commento