domenica 2 agosto 2015

#2Agosto1980 #StragediBologna 35 anni dopo

Non ho nessun ricordo dell'esplosione che provocò 85 morti alla stazione di Bologna in una calda mattina d'estate.
Questa mattina, prima ancora di leggere gli articoli, prima ancora di guardare le foto che  immortalarono in modo indelebile quei terribili momenti, una mia amica mi scrive queste parole: 

Mia zia era alla stazione di bologna, quel giorno, su un treno in un altro binario

ha visto l'esplosione

io avevo 17 anni

conta che poi all'epoca non c'erano telefonini, e quindi a casa non si sapeva che fine avesse fatto

si sentiva solo alla radio o in TV che c'era stato un attentato a Bologna. Stop.

Oggi si vive molto meglio, indubbiamente

quelli erano tempi brutti, altro che ora

alla fine degli anni 70 inizio 80 c'erano sparatorie e bombe quotidiane

io conoscevo ragazzi che andavano a scuola con la pistola

oggi sarebbe impensabile

è scomodo dire a quelli che piangono sull'1% dei poveri in Italia che negli anni 70 erano il doppio, o forse il triplo,

ah e nemmeno c'erano gli immigrati, cosa molto importante

c'era però la crisi dei petrodollari e questo ci danneggiava l'economia

poi è nata la P2 e il resto è storia

Ma poi anche il concetto di povertà è relativo oggi sei povero se non hai la macchina, o lo smartphone

all'epoca i poveri vivevano in baracche e non mangiavano.

Questa era l'Italia il 2 Agosto 1980 alle ore 10.25




Nessun commento:

Posta un commento